8 luglio 2011

5

Perlage

Il perlage (effervescenza) di un vino è data dal suo contenuto di anidride carbonica: dev’essere spiccata in uno spumante, più sommersa in un vino frizzante, impercettibile, ma presente in vini considerati tranquilli.

E’ una caratteristica apprezzabile con la formazione di tante piccole bollicine che vanno dalla base del bicchiere verso l’alto. Più uno Spumante è affinato nel tempo, più vedremo bollicine piccole, numerose e persistenti che, salendo, formano le così dette catenelle, trasmettendoci la percezione di piccole e preziose collane di perle, da cui deriva, appunto, il nome "Perlage".
Quindi: se le bollicine sono numerose, piccole, rapide nel salire in superficie e persistenti nel tempo, significa che siamo in presenza di un vino di pregio. Se, viceversa, le bollicine sono scarse, grossolane, lente nell'ascesa e rapide nell'estinguersi, significa che il vino è di livello modesto.

Ora… l’utilizzo di un adeguato bicchiere certo aiuta la valutazione visiva del perlage, ma chi mi conosce sa che sono per la degustazione dal diretto gentilsesso, dove le bollicine danno solo un senso di freschezza ed un dolce brivido da gustare..

5 .:

Inneres Auge ha detto...

Un ottimo vino d'annata sarebbe l'ideale?

Kamala ha detto...

tutto vino sprecato..... l'odore e il sapore sia del vino che del sesso vanno gustati separatamente......

sogno ha detto...

Inneres.. ma sai... con la patata ci sta tutto ;)

sogno ha detto...

Kamamla hai perfettamente ragione.
Ci sogno abbinamenti... che non è detto non siano da provare ;)

laybis ha detto...

e può anche succedere che bevendo del vino si senta il sapore del sesso

 

© dream.... WRONG
Revolution Elements by Blozard. Original WP theme by Jason Schuller | Distributed by Deluxe Templates